i nostri consulenti


Associazione INCERCHIO per la protezione giuridica e i diritti delle persone fragili

L’associazione “Autismo è…” ha stretto un nuovo rapporto di collaborazione con l’Associazione “InCerchio” a servizio delle famiglie e di tutti coloro che hanno l’esigenza di chiarire gli ambiti dei diritti e delle normative attuabili per le persone con fragilità.

L’ATTIVITA’ DELL’ASSOCIAZIONE INCERCHIO PER LA PROTEZIONE GIURIDICA E I DIRITTI DELLE PERSONE FRAGILI

InCerchio per le persone fragili è un’associazione di promozione sociale fondata nel 2015 e condotta da familiari volontari e professionisti, con la missione specifica della tutela dei diritti delle persone con fragilità, per dare risposta alle loro necessità, bisogni, aspirazioni e desideri, nei vari campi della vita: assistenziale, sanitario, previdenziale, scolastico, lavorativo, ... e realizzare una piena inclusione e cittadinanza.

Le competenze dei vari esperti – fra cui giuristi, psicologi, assistenti sociali, medici, consulenti previdenziali, fiscali, notai… , tutti caratterizzati dalla forte vocazione umanitaria e solidale - si intrecciano, per una presa in carico complessiva, che

aiuti a pianificare ed attuare il diritto primario ad un progetto di vita di qualità, nel durante noi verso il dopo di noi.

L’obiettivo è fornire competenze per stimolare e supportare le responsabilità familiari, della società civile e del volontariato in un campo così delicato quale quello della rappresentanza e tutela di chi rischia di non avere voce e quindi diritti. Nel suo cammino l’Ass. InCerchio ha incontrato e avviato partnership con molte organizzazioni, rappresentative di varie situazioni di fragilità.

Ad oggi sono più di venti le associazioni, fondazioni, cooperative che si riconoscono nei valori ed ideali promossi da InCerchio e che partecipano alle sue iniziative o collaborano nel perseguimento dei fini comuni.

L’Associazione InCerchio svolge attività in-formativa sui temi seguiti, in una logica di promozione culturale presso la cittadinanza e con l’Associazione Autismo è… vuole ampliare ulteriormente l’informazione ed offrire consulenza laddove sia reso necessario anche in territorio bergamasco.

L’obbiettivo è quello di organizzare Seminari, Corsi di formazione e in-formazione sui diritti delle persone con disabilità, sul percorso che andrà strutturato verso l’adultità, dei giovani con fragilità, sulla protezione giuridica, sul DOPO DI NOI, ma da affrontare DURANTE NOI e molto altro.

 

L’associazione InCerchio per le Persone Fragili è capofila del Progetto Milanese per la promozione dell’amministratore di sostegno e “INSIEME A SOSTEGNO", organizza ormai da diversi anni il TAVOLO ADS (Amministratore di Sostegno) E DIRITTI come momento di aggiornamento e confronto sula protezione giuridica, nonché sui temi e diritti della vita della persona con fragilità di qualsiasi origine: disabilità, disagio psichico, patologie diverse, dipendenze……

 

UNO STRUMENTO EFFICACE PER LA PROTEZIONE GIURIDICA DELLE PERSONE FRAGILI: L’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

A favore di ogni persona maggiorenne che, essendo in condizione di fragilità –temporanea o permanente, parziale o totale - a causa di problematiche di vario genere (disagio psichico; disabilità psicofisiche; patologie degenerative e invalidanti,

anche nell’anziano; problemi di dipendenza..), non sia in grado di provvedere alla cura dei propri interessi morali e materiali, può essere chiesta una misura di protezione giuridica.

Un tempo, gli istituti dedicati erano unicamente interdizione e inabilitazione, istituti ablativi più che di supporto, tesi a proteggere l’eventuale patrimonio più che la persona.

Da quindici anni è in vigore in Italia un nuovo istituto, l’AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO, che, come dice la parola, supporta e tutela la persona fragile, con la minore limitazione possibile della sua capacità di agire.

 

La legge 6 del 9 gennaio 2004 dispone infatti che le persone che “per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trovano nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, possono

essere assistite da un Amministratore di Sostegno”.

 

L’Amministratore di Sostegno (AdS) può essere richiesto dalle famiglie, dagli stessi interessati o dai servizi socio-sanitari mediante ricorso presentato al Giudice Tutelare del Tribunale del luogo del domicilio effettivo della persona da proteggere.

Il Giudice effettua un’udienza, incontra il beneficiario, i ricorrenti ed eventuali parenti, ed emette un decreto con cui, se lo ritiene necessario, apre questa misura di protezione e nomina l’AdS.

Nel decreto indica anche i compiti che l’AdS dovrà assolvere in favore del beneficiario, specificando quali saranno in affiancamento e quali in rappresentanza esclusiva.

 

La scelta dell’AdS da parte del Giudice Tutelare avviene in primo luogo tra i famigliari e i parenti; solo in caso di impossibilità o inopportunità, il Giudice Tutelare nomina una persona sensibile e adeguatamente preparata, oppure, in alternativa, un professionista o il rappresentante legale di un ente pubblico o di un’associazione o fondazione.

L’AdS dovrà assistere il beneficiario, secondo le indicazioni del Giudice Tutelare, nel rispetto dei suoi bisogni, desideri ed aspirazioni.

Dovrà curare i suoi interessi economici e / o gli interessi personali, relativi a cura ed assistenza, agendo con la testa e col cuore, per assicurare il benessere alla persona fragile ed essere garante della sua qualità di vita.

Viene trattata la Cura della persona e il Consenso Informato sulla tutela alla salute nell’Amministratore di Sostegno; le Disposizioni Anticipate di trattamento (DAT), alla luce della recente normativa sul biotestamento


Dott. Federico Bartolomei  - Ortottista

 

Il Dott. Federico Bartolomei Ortottista, vanta 20 anni di esperienza in questa branca dell’oculistica. I principali campi di interesse sono la riabilitazione delle problematiche visive connesse con i disturbi dell’apprendimento, le condizioni di ipovisione e l'ambliopia. 

In particolare, ha approfondito le tecniche di applicazione dei filtri fotoselettivi nella Sindrome di Irlen e nel Visual stress oltre alle metodiche di stimolazione visiva e Visual Training per il potenziamento delle abilità visive legate alle attività di letto-scrittura e alla percezione spaziale. 

Sono oltre 100 le partecipazioni in qualità di docente e relatore a corsi e congressi di carattere sia nazionale che internazionale. È inoltre autore di numerose pubblicazioni fra articoli e libri di carattere scientifico e divulgativa. 

La valutazione ortottica studia il livello di collaborazione dei due occhi ed il loro stato sensoriale. Anomalie della visione binoculare possono infatti essere l'origine di problemi anche molto importanti e talvolta irrecuperabili se non riconosciuti per tempo. 

In generale, l'ortottista si occupa in sinergia con l'oculista, di identificare deficit muscolari, innervazionali e sensoriali e di predisporne la riabilitazione. Identifica e tratta lo strabismo, l'ambliopia (occhio pigro), i disturbi della letto-scrittura che originano da un deficit ortottico. Emicranie ricorrenti, affaticamento visivo eccessivo durante l'applicazione visiva, difficoltà in letto scrittura, comparsa di visione doppia, eccessiva sensibilità alla luce, possono essere alcuni sintomi legati alla presenza di un problema ortottico. 


 Dr. Jakob Zwaan - Odontoiatra

 

 Dr. Jakob Zwaan, odontoiatra con laurea all’Università di Utrecht, Paesi Bassi, nel 1987. Nel corso degli anni si è specializzato in chirurgia implantare e le soluzioni protesiche a supporto implantare. Dal 2002 al 2014 ha combinato la sua attività specialistica con l’odontoiatria per diversamente abili in qualità di tutore all’interno del progetto DAMA, Dental Building di Milano e nel reparto di odontostomatologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo. 

Relatore nazionale ed internazionale su tematiche implanto-protesiche e autore di alcuni articoli scientifici nello stesso ambito. Particolare interesse per tecnologie innovative 3D. 

Al momento clinicamente attivo con il suo team in maniera esclusiva presso il proprio studio odontoiatrico a Calusco d’Adda in provincia di Bergamo, dove tutte le subdiscipline odontoiatriche sono esercitate.